Associazione Italiana Sindromi Neurodegenerative da Accumulo di Ferro | Sindrome di Woodhouse-Sakati
La sindrome di Woodhouse-Sakati è una forma di NBIA legata a mutazioni del gene DCAF17, caratterizzata da sintomi sia neurologici che endocrini. Si manifesta tra i 10 e i 20 anni con distonia, coreoatetosi, difficoltà del cammino, scoliosi, problemi del linguaggio, ipogonadismo (testicoli o ovaie sottosviluppati) e ritardo della pubertà, alopecia e diabete. I pazienti vanno incontro a declino cognitivo
forma di NBIA legata a mutazioni del gene DCAF17, distonia, coreoatetosi, difficoltà del cammino, scoliosi, distonia, coreoatetosi, difficoltà del cammino, scoliosi,
16141
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-16141,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-12.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive
 

Sindrome di Woodhouse-Sakati

Sindrome di Woodhouse-Sakati

La sindrome di Woodhouse-Sakati è una forma di NBIA legata a mutazioni del gene DCAF17, caratterizzata da sintomi sia neurologici che endocrini. Si manifesta tra i 10 e i 20 anni con distonia, coreoatetosi, difficoltà del cammino, scoliosi, problemi del linguaggio, ipogonadismo (testicoli o ovaie sottosviluppati) e ritardo della pubertà, alopecia e diabete. I pazienti vanno incontro a declino cognitivo

 

Non è chiaro come mutazioni del gene DCAF17 conducano all’accumulo di ferro nel cervello. E, ad oggi, non esiste nessuna terapia risolutiva.

 

La sindrome di Woodhouse-Sakati è trasmessa in un modo autosomico recessivo, ciò vuol dire che i due genitori sono portatori sani della malattia e ad ogni gravidanza hanno il 25% di probabilità di generare un figlio affetto.

Per poter arrivare in fondo a questo percorso abbiamo bisogno di aiuto. Del tuo aiuto.

REGISTRATI PER RICEVERE LE NOSTRE NEWS!